METRON-3

MÉTRON#1 – MECCANISMO DEL CONCERTO – GIOVEDÌ 19 NOVEMBRE ORE 19.30

Métron#1 è un lavoro incentrato sullo studio del concerto quale matrice fondamentale dell’azione musicale. Il concerto è una prassi che si tiene in equilibrio fra due piani, quello rappresentativo che si ritaglia entro confini e coordinate spaziali precise [scena-fuori scena, pubblico-performer, inizio-fine], e il piano dell’esperienza, spazio intensivo proprio della musica costituito dal segnarsi verticale e ritmico della durata. Punti focali di métron#1 sono il piatto, strumento di metallo appartenente alla famiglia delle percussioni classiche e della batteria, e le strette, modalità in cui esso è afferrato, spostato, lanciato, lasciato andare, perso, tenuto e piegato. Si tratta di un esercizio nel quale corpo e piatto si costituiscono vicendevolmente e in cui risultano, anche, continuamente rappresentati, divenendo l’uno il supporto d’iscrizione dell’altro. Lo studio di precise strette, adeguate alla forma, al peso e alla durezza del piatto, fa da premessa a un lavoro sul ritmo gestuale-sonoro che si realizza in ogni singola stretta. Il rapporto gestuale-sonoro costituisce la chiave di accesso a un meccanismo analogico e automatico, dunque conoscitivo, che riconfigura a ogni passaggio le relazioni fra stretta e piatto, fra reazione e azione. Un meccanismo del concerto.

 

Fabrizio Saiu

Dal 2005 svolge come musicista un’intensa attività di ricerca nell’ambito dell’improvvisazione, della musica sperimentale e contemporanea. Partecipa a festival nazionali e internazionali, registra e pubblica 10 dischi. Le sue collaborazioni si estendono anche agli ambiti del teatro musicale e della danza contemporanea. Dal 2010 sviluppa la sua ricerca musicale nell’ambito della performing art concentrandosi sullo studio del concerto, sui collective acts, intreccio di pratiche differenti (di gioco, musicali, rituali e sportive), e sull’environmental behavior, un esercizio di adeguamento e modulazione di un ambiente sonoro (urbano, rurale, industriale etc.).